Premessa

L’Istituto Balducci è formato da tre edifici collocati all’interno di un’area definita da apposita recinzione ed aperta su due fronti: tramite un passaggio pedonale ad ovest (lato statale Tosco Romagnola) ed un passaggio, sia carrabile che pedonale, sul lato sud. L’edificio principale ha 4 porte di accesso, il plesso secondario ne ha una, la palestra due. Oltre alle porte di accesso vi sono 6 uscite di sicurezza, che rimangono spesso aperte per esigenze funzionali di mobilità interna.

Occorre inoltre osservare che la portineria e le postazioni dei collaboratori scolastici sono posizionate in modo da poter osservare solo ciò che avviene sul fronte sud est degli edifici, mentre rimane completamente privo di controllo tutto il perimetro nord est, con i suoi 5 accessi agli edifici. In tale situazione si pongono problemi di sicurezza rispetto all’ingresso di estranei durante l’orario di funzionamento della scuola, come dimostrato nelle numerose occasioni nelle quali esterni sono stati intercettati all’interno dell’istituto. Gli esiti di questa mancata sorveglianza possono quindi avere effetti negativi sulla incolumità degli studenti affidati alla tutela dell’istituto oltre che sulla tutela della struttura e i beni presenti. Occorre infine rilevare che si sono avuti numerosi episodi di furto ai danni dei motorini parcheggiati nell’apposita area ed altri di effrazione notturna, con scasso dei distributori automatici di bevande e snack.

 Art. 1

L’attività di video sorveglianza e di registrazione delle immagini è svolta nell’osservanza della normativa vigente, assicurando il rispetto dell’espresso divieto che le immagini registrate possano direttamente o indirettamente avere interferenze nella vita privata dei soggetti interessati e tutelando la dignità delle persone riprese.

L’istituto garantisce che le immagini non siano in alcun modo impiegate come strumenti di sorveglianza a distanza dei docenti, del personale ATA, degli studenti e di altri utenti, sia riguardo alle attività da essi esercitate all’interno dell’istituto, sia con riferimento alle abitudini personali.

 Art. 2 

Il titolare del trattamento dei dati derivati dall’attività di video sorveglianza, ai sensi e per gli effetti dell’art. 4 del Codice in materia di dati personali è il Dirigente Scolastico.

Il titolare, in esecuzione del codice predetto, nomina un funzionario responsabile delle operazioni relative al trattamento dei dati rilevati e conservati nel corso dell’attività di video sorveglianza. Il responsabile detiene le credenziali di accesso alla registrazione che si cancella automaticamente per sovrapposizione progressiva. Il responsabile cura inoltre l’esercizio del diritto di accesso ai dati da parte dell’interessato o delle autorità. competenti. I responsabile dovrà essere formato sui contenuti normativi in materia di privacy e sulle procedure successivamente indicate.

Art. 3

Il sistema di videosorveglianza è in funzione in modalità continua, con registrazione temporanea delle immagini, che, registrate in un apposito hard disk dislocato nella portineria, vengono mantenute per 4 giorni dal momento della loro registrazione, dopodiché le stesse vengono automaticamente cancellate. In prossimità di tutte le telecamere installate è apposta idonea segnaletica atta ad informare i soggetti dell’eventuale attività di videosorveglianza.

Art. 4

Le telecamere sono istallate nelle aree normalmente non frequentate dal personale e dagli studenti, non diversamente controllabili e perciò utilizzate da chi voglia introdursi illegittimamente nell’istituto.

Le telecamere sono quindi installate:

  • nella zona a monte della palestra e del plesso principale
  • sul retro del plesso secondario
  • nella zona dell’ingresso carrabile, con annesso parcheggio dei motorini

Nessuna telecamera è installata all’interno degli edifici, né nelle parti dell’area scolastica non indicati al punto precedente. In particolare sono esclusi tutti gli ampi spazi dell’area scolastica sul lato della strada, utilizzati ordinariamente dal personale e dagli studenti per l’accesso all’istituto, il parcheggio delle auto, ed altre attività libere.