1. Incrementare, attraverso strategie didattiche e percorsi di recupero, i livelli generali di successo scolastico raggiunti e tendere ad una riduzione della variabilità tra le classi e tra le discipline (RAV).
    • Implementazione della progettazione educativa, definizione di criteri, strumenti e modalità di valutazione, elaborazione di prove comuni per classi parallele (quadrimestrali e recupero del debito), confronto degli esiti e riflessione sulle metodologie.
    • Offerta di percorsi opzionali per approfondimenti tematici e arricchimento delle competenze.
    • Riduzione dell’insuccesso, rispetto ai dati 2015, nelle discipline scientifiche al Liceo; nel biennio ITT e Sc. Umane; in matematica e economia all’ITE
  2. Proseguire la riflessione sulla qualità dell’attività didattica, potenziare l’innovazione metodologica e tecnologica, strutturare nuovi ambienti di apprendimento.
    • Potenziamento della rete informatica interna, per realizzare un ambiente digitale di condivisione e conservazione di materiali didattici, oltreché di interscambio tra docenti e studenti.
    • Progettazione, documentazione e socializzazione di percorsi didattici innovativi.
    • Allestimento di nuovi ambienti di apprendimento e riorganizzazione di quelli esistenti con lo scopo di potenziare sia in orario curriculare, che pomeridiano, l’uso didattico di nuovi linguaggi digitali, le attività autonome di studio degli studenti, le lingua straniere, la tecnologia, la musica (RAV).
  3. Rafforzare il raccordo curriculare con il primo ciclo di istruzione e con l’università.
    • Incrementare la collaborazione con le scuole del territorio per strutturare percorsi comuni nella gestione degli anni ponte con lo scopo di familiarizzare gli studenti con i nuovi ambienti e con le figure di riferimento. Costruzione di collegamenti in continuità su alcuni ambiti disciplinari. Organizzazione di incontri di presentazione degli studenti.
    • Favorire ogni modalità di informazione rispetto alle caratteristiche dell’offerta universitaria, compresa la partecipazione degli studenti in qualità di uditori a singole lezioni.
    • Organizzare presso il nostro istituto incontri orientativi con ex studenti e docenti universitari curando una ampia rappresentatività degli indirizzi universitari.
  4. Promuovere la formazione di cittadini che sappiano giocare un ruolo consapevole ed attivo di fronte ai problemi di una società complessa, allargata ed in continua trasformazione, incrementando l’autonomia personale, la qualità delle dinamiche relazionali e consolidando il rispetto reciproco, la solidarietà e la cooperazione (RAV).
    • Offrire possibilità di approfondimento degli interessi e delle vocazioni personali attraverso i nuovi ambienti di apprendimento e le offerte opzionali pomeridiane.
    • Adesione delle classi a progetti e percorsi didattici del settore, anche in collaborazione con associazioni di volontariato.
    • Incremento della capacità di auto organizzazione degli studenti, finalizzata alla progettazione e realizzazione di attività pomeridiane, oltre che alla qualificazione delle assemblee di istituto.
    • Incremento dei progetti realizzati in collaborazione con associazioni ed enti di rilievo nel settore della cittadinanza attiva.
    • Sviluppo di microprogetti elaborati all’interno dell’Istituto con il coinvolgimento degli studenti e la loro diretta partecipazione nell’attuazione.
  5. Valorizzare l’identità dell’Istituto come centro di attività culturali e formative rivolte al territorio della Valdisieve; accentuare i rapporti con la realtà produttiva e proporsi come soggetto impegnato nella promozione e l’attivazione di nuova imprenditoria giovanile, in collaborazione con le istituzioni locali e le organizzazioni del settore (RAV).
    • Organizzazione presso l’Istituto di iniziative culturali aperte alla cittadinanza.
    • Sottoscrizione di accordi di rete e convenzioni con aziende, soggetti istituzionali, associazioni ed agenzie formative del territorio per la realizzazione di iniziative di avvicinamento degli studenti al mondo del lavoro.
    • Qualificazione delle esperienze di alternanza scuola lavoro: la prospettiva di una lunga durata (200 o 400 ore) offre la possibilità di individuare precisi obiettivi formativi che possono essere inseriti nel percorso curriculare.
    • Mantenimento dell’attività dell’istituto come agenzia formativa per l’offerta di corsi di formazione rivolti sia all’educazione degli adulti, che a studenti che non hanno completato il percorso scolastico.
    • Mantenimento del ruolo assunto in ambito regionale nella gestione come scuola capofila del progetto LSS e della realizzazione di laboratori FabLab.
    • Attivazione di un settore specifico di attività (scuola impresa) finalizzato alla fornitura di servizi tecnologici (assistenza hardware e software, siti web, pagine facebook, stampante 3D). Tale attività configura un ambiente utilizzabile anche per l’alternanza scuola lavoro, aperto a tutti gli indirizzi di studio dell’Istituto.
  6. Prevenire il disagio evolutivo nell’adolescente, rafforzare l’identità, promuovere comportamenti di integrazione e socializzazione, predisporre percorsi individualizzati e altre opportunità didattiche tese sostenere il successo scolastico.
    • Azioni per prevenire, promuovere e motivare, quali studenti tutor, sportello di riorientamento e rimotivazione, in collaborazione con l’Unione dei Comuni, progetti ASL.
    • Aggiornamento periodico del piano per l’inclusione: protocolli e interventi individualizzati a favore di studenti con DSA, stranieri o di studenti che incontrano difficoltà, anche temporanee, e che hanno bisogno di essere seguiti con particolare attenzione.
    • Accoglienza, integrazione ed orientamento degli alunni diversamente abili, socializzazione e inclusione.
    • Strutturazione di spazi di collaborazione inclusiva.

Riqualificazione degli ambienti di apprendimento e strutturazione di nuovi, innovativi spazi

  • Un locale adibito a studio per piccoli gruppi, con accesso a internet, aperto al pomeriggio, nel quale svolgere attività di tutoraggio tra pari, interventi di recupero e sostegno con la presenza del docente, ma anche attività di studio autonomo, sia individuale, che di piccoli gruppi di studenti.
  • Un locale dedicato alla lingua inglese, con attività pomeridiane di speaking e corsi di approfondimento. Attorno al laboratorio linguistico si snodano tutti i progetti del settore: cinema e teatro in lingua originale, viaggi, soggiorni estivi, progetti europei, corsi per docenti.
  • Un laboratorio di innovazione tecnologica, inserito nella rete internazionale FABLAB, dotato di postazioni con stampante 3D, computer, Arduino, varie tipologie di sensori ed applicativi. Un laboratorio che sostenga l’attività di piccoli gruppi opzionali di ricerca e di innovazione, con il supporto di docenti e dei tecnici di laboratorio.
  • Un laboratorio musicale che accolga l’attività pomeridiana dei gruppi musicali dell’Istituto, e che divenga un centro di iniziative per lo sviluppo della cultura musicale presso i giovani, con attività interdisciplinari progettate in collaborazione con i docenti di lettere, educazione all’ascolto, organizzazione della partecipazione a concerti.
  • Sviluppo delle dotazioni informatiche, della rete digitale interna, delle comunicazioni telematiche tra studenti e docenti e tra scuola e famiglia. Sviluppo di materiali di studio digitali autoprodotti ed approfondimento della riflessione sulle nuove opportunità didattiche offerte dall’uso delle LIM e della comunicazione telematica con gli studenti.

Potenziamento dei saperi

  • Lingua italiana
    Percorsi di approfondimento linguistico, mirati alla comprensione del testo ed alla qualificazione della produzione scritta, da effettuarsi con piccoli gruppi di studenti rendendo disponibili ore di compresenza. Percorsi pomeridiani sugli stessi argomenti orientati anche all’inclusione di studenti stranieri.
  • Lingua inglese
    Corsi pomeridiani, viaggi, progetti europei, supporto ai percorsi CLIL.
    Approfondimento e recupero a piccolo gruppo in compresenza.
  • Matematica e fisica
    Sportello permanente di supporto pomeridiano, giochi matematici, gare
    Approfondimento e recupero a piccolo gruppo in compresenza.
  • Diritto ed economia
    Percorsi integrativi di diritto ed economia per tutti gli indirizzi (saperi di cittadinanza), sia in orario pomeridiano, che curriculare.
  • Tecnologia (elettronica ed informatica)
    Sviluppo delle attività di laboratorio, costituzione di gruppi pomeridiani di innovazione tecnologica sul modello del FAB LAB, stampante 3D, Arduino, punto di incontro tra scuola e aziende del settore.
    Sostegno all’uso didattico dell’informatica, gestione sito web e pagina Facebook.
  • Musica
    Gestione del gruppo musicale dell’istituto, educazione all’ascolto, percorsi interdisciplinari nei diversi indirizzi, partecipazione a spettacoli nei teatri fiorentini

pof-2016-2017-marzo-2017